Cadono bulloni di acciacio dal Cheesegrater Skyscraper, il fenomeno del infragilimento da idrogeno

L’edificio più alto di Londra è stato nuovamente posto sotto osservazione. Per la terza volta dalla sua  recente inaugurazione il Cheesegrater Skyscraper, il grattacielo di Rogers, sta perdendo un bullone in acciaio

grattacielo di RogersL’edificio era già stato ampiamente transennato a novembre dopo la caduta di due bulloni di grandi dimensioni nell’area pedonale sottostante.

Per fortuna in quell’occasione l’incidente non ha coinvolto nessuno.

Il gigante ha 47 piani e 225 metri di altezza ed  stato inaugurato a novembre con il  soprannome di “grattugia” per la sua speciale forma trapezoidale che è stata scelta per non ostacolare la visione della Cattedrale di Saint Paul

La struttura affusolata è sorretta da un telaio a vista con una conformazione a scalini e degli imponenti controventamenti di irrigidimento.

La facciata è vetrata e permette la visione dei solai metallici interni che a ogni piano sono più corti di 75 centimetri, e forniscono  la forma slanciata al grattacielo di Rogers.

La perdita del bullone è stata segnalata dal sistema di sicurezza “precautionary tethering” che ha posto sotto controllo i 9000 metri quadrati di superficie.

La compagnia British Land ha ufficializzato l’accaduto limitandosi a dire che è avvenuto nei giorni scorsi.

Nel novembre scorso, dopo i primi due bulloni che si sono rotti, l’edificio è stato analizzato dall’appaltatore Laing O’Rourke e dagli ingegneri strutturali Arup che hanno ufficializzato in un comunicato della British Land: “I test hanno concluso che i bulloni hanno presentato delle fratture a causa di un meccanismo di rottura materiale chiamato infragilimento da idrogeno.”

Secondo le analisi non ci sarà nessun effetto negativo sull’integrità strutturale dell’edificio.

Il processo è presente quando c’è un’introduzione non desiderata di idrogeno durante le lavorazioni di formatura e finitura.

Gli atomi che sono isolati si diffondono nel metallo e poi si ricombinano in molecole biatomiche come  minuscole cavità del materiale, generando una pressione che è capace di poter ridurre la duttilità e la resistenza a trazione dell’acciaio.

Si genera quindi un criccamento ad idrogeno (comunemente chiamato “cricca”) molto pericoloso per l’integrità della sezione.

 

Commenti

Articolo in: Eventi, News Tags: ,

You might like:

A Vals in Svizzera un grattacielo hotel di 381 m A Vals in Svizzera un grattacielo hotel di 381 m
In Cina il grattacielo prefabbricato più alto del mondo In Cina il grattacielo prefabbricato più alto del mondo
Bankok: sede del grattacielo più alto al mondo certificato LEED Bankok: sede del grattacielo più alto al mondo certificato LEED
Domotica Casa é un portale di informazione indipendente sul mondo della domotica
Powered by Siti Web Piero de Cindio Web Solution