Il Physical Computing

Senza-titolo-14Quando parliamo di Physical Computing intendiamo tutte quelle azioni che si fanno in elettronica per prototipare dei nuovi componenti.

La finalità è quella di progettare delle entità che riescono a comunicare con l’ambiente circostante attraverso dei sensori che si controllano attraverso l’uso di un software che viene eseguito all’interno di un processore.

Fino a qualche anno fa per progettare queste unità bisogna rivolgersi a ingegneri specializzati che a partire da un disegno elettrico riuscivano a creare dei circuiti stampati. In questo tipo di approccio esiste un grosso limite, ovvero quello di non poter fare delle sperimentazioni durante il processo di costruzione del circuito. Ed anche passare da un disegno alla creazione richiedeva moltissima esperienza e profonda conoscenza dell’elettronica.
Negli ultimi 10 anni si è assistito ad un vero abbattimento dei costi dei microcontroller e il physical computing  è oggi alla portata di tutti.
Arduino ha fatto un passaggio ulteriore, quello di portare alla creazione di oggetti dopo pochissime ore di studio elettronico.
Possiamo cosi iniziare a costruire i nostri prototipi e usare le tecniche di Physical Computing spendendo pochissimo.

Commenti

Articolo in: Arduino, Domotica Pratica, Feature Tags: , , , ,

You might like:

Arduino annuncia la disponibilità di ARDUINO GSM SHIELD 2 Arduino annuncia la disponibilità di ARDUINO GSM SHIELD 2
Artuino e Domotica: in arrivo Ardumotica Artuino e Domotica: in arrivo Ardumotica
Fare domotica con Arduino Fare domotica con Arduino
Domotica Casa é un portale di informazione indipendente sul mondo della domotica
Powered by Siti Web Piero de Cindio Web Solution