La ricerca per la domotica di lusso

La ricerca punta a sviluppare la domotica di lusso

Trascorsi 50 anni da quando è andato in onda il cartone animato Hanna&Barbera Jetson, in italiano per cui i Pronipoti ovvero la versione futuristica degli Antenati, andò in onda per la prima volta.

Tuttavia non sono state invitate le auto che volano, ma la realtà è arrivata a livelli che negli anni Sessanta erano irraggiungibili.domotica

Dopo una partenza non così veloce alla fine degli anni 80 in cui le macchine erano decisamente troppo rigide per poter soddisfare i bisogni delle persone, la persona ha spiccato il volo grazie all’internet e agli smartphone che sono l’interfaccia ideale per il controllo dell’automazione casalinga.

Ancora in fase sperimentale ma molto utili gli studi su parcheggi automatici, luci e tende a comando, sicurezza basate su parametri biometrici, frigoriferi che fanno la lista della spesa ed elettrodomestici che possono essere azionati a distanza e moltissime altre piccoli invenzioni che possono migliorare la nostra vita.

Molto spesso queste innovazioni sono disponibili per le case di lusso all’ultima moda che sono in grado di unire il design e la qualità all’automazione più avanzata, ma non sono per nulla alla portata di tutti.

Il lusso non si declina così come le innovazioni tecnologiche, un possibile esempio è il Muse, un condominio super-tecnologico che dovrebbe essere consegnato all’inizio del 2018 a Sunny Isle Beach in Florida e offrirà ai suoi abitanti ogni tipo di innovazione.

Tra questi un parcheggio robotico che si occuperà di poter posteggiare l’auto in modo automatico, ogni abitazione sarà dotata di sicurezza biometrici in grado di poter riconoscere l’identità dei proprietari grazie alla caratteristiche fisiche come aperture con lettori di impronte digitali.

Le cucine potranno essere dotate di partizioni di vetro che dopo aver premuto un bottone diventano opache per separarle dal salotto.

I prezzi riflettono la tecnologia, parliamo infatti da 3,4 milioni di dollari per arrivare a otto, senza contare gli attici che ne costeranno 18.

 

 

Commenti

Articolo in: Feature, Futuro della Domotica Tags: 

You might like:

Artuino e Domotica: in arrivo Ardumotica Artuino e Domotica: in arrivo Ardumotica
La Settimana della Bioarchitettura e della Domotica a Modena La Settimana della Bioarchitettura e della Domotica a Modena
Investimenti Sostenibili per avere una casa domotica Investimenti Sostenibili per avere una casa domotica
Inizia l’era della Cucina Domotica Inizia l’era della Cucina Domotica
Case Study: automazione e sicurezza in Virginia (Inghilterra) Case Study: automazione e sicurezza in Virginia (Inghilterra)
Paolo Berro: la casa a comando vocale progettata dall’ingegnere disabile Paolo Berro: la casa a comando vocale progettata dall’ingegnere disabile
Vimar lancia le nuovissime Placche Domotiche Vimar lancia le nuovissime Placche Domotiche
Google, le politiche aziendali si muovono verso la Domotica Google, le politiche aziendali si muovono verso la Domotica
Domotica Casa é un portale di informazione indipendente sul mondo della domotica
Powered by Siti Web Piero de Cindio Web Solution